SCARICA CALENDARIO 2018!

Spiagge in Abruzzo che accettano i cani


In Abruzzo purtroppo ci sono stabilimenti balneari che accettano i cani (o perlomeno che danno evidenza di farlo) e man mano si stanno attivando diverse spiagge libere (anche grazie a ricorsi vari al TAR per applicazione di leggi in essere), una nota di merito va a Pineto che ha adottato una politica illuminata consentendo l'accesso dei cani a tutte le spiagge libere (leggi in basso).

La novità arriva il 9 aprile 2014 con l'approvazione da parte del consiglio regionale della legge che consente libero accesso a cani e gatti su tutte le spiagge abruzzesi. L'obiettivo dichiarato è quello di ridurre l'abbandono dei cani nel periodo estivo.

La legge prevede la possibilità da parte di comuni e gestori di stabilimenti di porre misure limitative all'accesso, ci auguriamo che questa possibilità non vada a limitare la civiltà di questa legge.
In basso riportiamo il testo della legge.


La Playa

Piazzale Laudi, 2 - 65129 Pescara
Telefono: 08566929

La Prora Beach village 41

Lungomare Matteotti, 46 - 65121 Pescara
Telefono: 085297381

Bau beach Lido Sabbia d'oro

Viale Alcione, 1 - 66023 Francavilla al Mare (Provincia di Chieti)
Telefono: 340.8278400 Cristina
Note: il lido dispone di: area sgambettamento, area per lavare il proprio cane, area recintata con ombrellone o palmente. I cani possono fare il bagno ed inoltre è presente sempre un veterinario in spiaggia (anche perchè la proprietara è essa stessa veterinario :-)).

Il Pirata Lido

Lungomare sud - 66022 Fossacesia (Provincia di Chieti)
Telefono: 392 016 1085

Caprice

Lungomare Zara - 64022 Giulianova (Provincia di Teramo)
Telefono:085.8003058

Spiaggia libera per cani a Montesilvano

Sul lungomare Via Aldo Moro subito dopo il Lido Sabbia D'oro (numero civico 105) venendo da sud (guarda su google maps) - 65015 Montesilvano (Provincia di Pescara).

Chalet Luna Rossa - Welcome Dogs

Lungomare Trento, 33 bis - 64026 Roseto degli Abruzzi (Provincia di Teramo)
Telefono: 3397950991
Pagina Facebook: https://www.facebook.com/Chalet-Luna-Rossa-Welcome-Dogs-735421703285410/
Note: dispone di ombrelloni recintati, area svago di 300mq con due educatrici cinofile, veterinario e dog sitter, doccia per cani.

Spiaggia libera per cani a Pineto

Dal 2015 tutte le spiagge libere di Pineto consentono l'accesso ai cani ma non è ammessa la balneazione. Unica eccezione è l'Area Marina Protetta del Cerrano (dal torrente foggetta fino al confine con Silvi) dove non è consentito l'accesso con i propri amici a quattro zampe (mentre è possibile transitare sotto la pineta vicino all'area protetta). Pineto - (Provincia di Teramo)
Telefono: 085/94971 (Comune di Pineto)

Spiaggia libera Doggy beach a Pineto

Via XX Aprile (poco prima della zona campeggi venendo da sud) - Pineto - (Provincia di Teramo)
Note: l'area è nata in collaborazione tra il camping Pineto Beach ed il comune, nell'area è presente un punto ombra, fontana per l'acqua, cestini e balneazione consentita.
Telefono: 085/94971 (Comune di Pineto)

Bau Bau Beach a Silvi

Spiaggia libera della zona Silville a sud di Silvi (Provincia di Teramo)
Note: L'area ha una lunghezza di 40 metri delimitata da paletti. Molta libertà per i cani essendo una spiaggia libera senza limiti di orari, fermo restando le buone norme di gestione dei propri cani.
La zona è abbastanza fuori dal centro del paese quindi è bene andare attrezzati con tutto quello che può servire al nostro amico a 4 zampe!

NORME PER L'ACCESSO ALLE SPIAGGE DEGLI ANIMALI DI AFFEZIONE

Art. 1 (Finalità ed oggetto)
1. La Regione garantisce l’accesso alle spiagge di cani e gatti accompagnati dal proprietario o da altro detentore nel rispetto delle norme di sicurezza che prevedono l'uso del guinzaglio o della museruola.
2. I Comuni possono individuare entro il 30 marzo di ciascun anno le aree in cui è vietato l'accesso agli animali di cui al comma 1, prevedendo tuttavia per ogni comune almeno un tratto di spiaggia per il quale sia consentito l'accesso secondo le norme della presente legge.
3. Per le necessità di cui al comma 2 i concessionari o i gestori comunicano entro il 30 marzo di ogni anno al Comune le misure limitative all'accesso degli animali alle spiagge.

Art. 2 (Accesso alle spiagge)
1. L'accesso e la permanenza sulle spiagge degli animali di cui al comma 1 dell'articolo 1 è subordinato al rispetto delle normative igienico- sanitarie. A tal fine il proprietario o il detentore deve munirsi di idonea certificazione sanitaria o del libretto delle vaccinazioni.
2. Gli animali che non risultino in regola con le vaccinazioni non possono accedere alle zone loro riservate. 3. È vietato l’accesso ai cani femmina durante il periodo estrale.
4. I proprietari o detentori di cani non identificabili tramite microchip, tatuaggio di riconoscimento o altro documento idoneo sono soggetti alle inerenti sanzioni amministrative.
5. Nel rispetto della sicurezza e della incolumità dei bagnanti, gli animali possono sostare entro il perimetro degli ombrelloni dello stabilimento o comunque nelle immediate vicinanze del proprietario o del detentore.
6. È comunque consentito l’accesso dei cani-guida per le esigenze dei non vedenti.

Art. 3 (Sorveglianza e norme igieniche)
1. Fatta salva la responsabilità di cui all’articolo 2052 del Codice Civile, il proprietario o il detentore dell’animale ne garantisce lo stato di salute e di benessere.
2. Il proprietario o il detentore rimuove immediatamente le deiezioni solide e provvede ad aspergere e dilavare quelle liquide con acqua, anche marina.
3. Ove non espressamente vietata o segnalata, la balneazione degli animali è consentita sotto stretta sorveglianza e responsabilità del proprietario o del detentore.
4. È interdetto agli animali l'accesso a piscine, docce, aree attrezzate per scopi ludici e sportivi, sempre che le predette zone siano delimitate e segnalate con appositi cartelli. Al fine di garantire l'igiene dell'animale e la sua protezione dal caldo dovranno essere predisposte aree dove poter rinfrescare gli animali.

Art. 4 (Cartelli e spazi dedicati)
1. Negli stabilimenti balneari, nelle spiagge attrezzate e nelle spiagge libere attrezzate, sono affissi appositi cartelli contenenti le prescrizioni per l'accesso alle spiagge di cani e gatti e per la corretta convivenza con i bagnanti.
2. Nelle aree di cui al comma 1 possono essere realizzati spazi per il ristoro, l'abbeveraggio ed il gioco degli animali, di cui al comma 1, nel rispetto dei piani-spiaggia.

Art. 5 (Cani da salvataggio)
1. Per il potenziamento delle attività di salvataggio e di sicurezza pubblica sulle spiagge e in mare, la Regione favorisce l'impiego di unità cinofile lungo le coste.

Art. 6 (Elenco delle aree di accoglienza)
1. Per pubblicizzare le aree che accolgono cani e gatti con l'indicazione dei servizi offerti, la Regione istituisce nei suoi siti internet istituzionali del settore turismo una apposita sezione contenente gli elenchi delle aree predette, da aggiornare attraverso le notizie in merito fornite dai concessionari e dove possibile attraverso il collegamento ipertestuale con i siti internet dei singoli stabilimenti balneari.

Art. 7 (Convenzioni)
1.La Regione favorisce la stipula di convenzioni tra stabilimenti balneari, strutture ricettive e rifugi per animali.

Art. 8 (Norma finanziaria)
1. L'applicazione delle disposizioni di cui alla presente legge non comporta oneri finanziari aggiuntivi per il bilancio della Regione Abruzzo.

Art. 9 (Entrata in vigore)
1. La presente legge entra in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Abruzzo.



Segnalaci tramite il form di contatto sei ci sono altri stabilimenti o spiagge libere che ammettono i cani o se ci sono correzioni o integrazioni da fare all'elenco.