SCARICA CALENDARIO 2018!

Posti da vedere e cose da fare a Pescara

Ponte del mare Pescara

Ponte del mare e lungomare

La spiaggia di Pescara si estende senza soluzione di continuità da a nord a sud, nella parte settentrionale (presso la pineta), raggiunge la larghezza di circa 140 metri. Il lungomare è dotato di una bella pista ciclabile ed il passeggio è gradevole e consigliato. Durante il periodo estivo gli attrezzatissimi stabilimenti balneari diventano delle discoteche sul mare con libero accesso e la notte di Pescara si accende fino all'alba, passando da un lido all'altro alla ricerca della musica preferita. Il lungomare sud ed il lungomare nord sono collegati dal bellissimo Ponte del mare inaugurato nel dicembre 2009, presto diventato il simbolo della città. Il 'Ponte' si divide in due percorsi (ciclabile e pedonale) che lo slanciano verso una dimensione tridimensionale. Il sistema dei tiranti secondari crea due fusi conici che ricorda l'immagine di due vele che s'intersecano. Sia il pilone centrale è alto 50 m. circa e dal lato più alto si può ammirare il lungomare sud e nord, il fiume Pescara, il campanile del comune, il porto turistico e le montagne dell'Appennino.
Basilica della Madonna dei sette dolori

Basilica di santa Maria dei Sette Dolori

Basilica di santa Maria dei Sette Dolori, nasce come piccola cappela nel 1655 ed eretta nel XVIII secolo in stile neoclassico, è localizzato in Largo Madonna, Pescara Colli all'interno si conservano pregevoli opere di artisti locali. La basilica è un punto di riferimento religioso, storico, artistico e culturale per la città di Pescara che trova il suo momento di apice con la festa della Madonna dei sette dolori la prima domenica di giugno. L'origine del nome 'sette dolori' deriva dalla leggenda secondo la quale sarebbe apparsa ad alcuni pastori del seicento, dipinta su una pietra, la scena della Deposizione dalla Croce, raffigurante la Madonna, con sette spade conficcate nel cuore e sulle ginocchia il corpo esanime di Ges6ugrave;. In ricordo del 'miracolo della pioggia' invocata dai contadini alla madonna ogni anno il 12 maggio ricorre la celebrazione religiosa della "giornata del ringraziamento".

Casa D'Annunzio

Casa Natale di Gabriele D'Annunzio

Il Museo 'Casa Natale di Gabriele d'Annunzio' è allestito nel Palazzo che fu proprietà della famiglia d'Annunzio a partire dall'800 in Corso Gabriele Manthoné, 116 ed è divenuto monumento nazionale nel 1927.D'Annunzio rimase sempre legato alla sua città e la città ha voluto ricordare il grande poeta con l'allestimento di questo percorso museale, costituito da foto, pannelli esplicativi, ricordi e oggetti appartenuti alla famiglia e alle gesta più spettacolari del poeta. Alcune opere del pittore Francesco Paolo Michetti e di altri pittori locali illustrano i luoghi cantati dal poeta. Gli ambienti della casa sono stati ricostruiti con arredi e mobili d'epoca e decorazioni parietali di particolare pregio artistico e introdotte dalle citazioni delle opere del poeta. ORARIO MUSEO: 9.00-14.00 (con biglietteria aperta fino alle 13.30) Luglio e Agosto aperto dalle 18,00 alle 24,00 (con biglietteria aperta fino alle 23,30). Costo biglietto: 1 euro (ridotti), 2 euro (intero).

Porto turistico

Porto turistico

il rinomato e nuovissimo porto turistico Marina di Pescara si qualifica come il più importante di tutta la costa abruzzese. Diverse sono le possibilità ricettive presenti a marina di Pescara: dai ristoranti a pub, dagli hotels ai campeggi. Dal Ponte del mare che sorvola il fiume si può osservare a sud il porto turistico e con una breve passeggiata raggiungerlo scendendo dall'altro versante del ponte.

Cattedrale San Cetteo

Cattedrale di san Cetteo

situata in via D'Annunzio a pochi passi dalla casa del poeta, fu editifcata tra il 1933 ed il 38 su progetto dell'architetto Cesare Bazzani. La facciata è rivestita in pietra bianca e il campanile cuspidato richiamano forme di antiche chiese romaniche abruzzesi. L'interno, a pianta di tipo basilicale, è a tre navate con il presbiterio rialzato da una gradinata e transetto con due cappelle, una accoglie la Tomba di Luisa D'Annunzio (madre del poeta) ed il pregevole dipinto dell'estasi di San Francesco del Guercino (XVII secolo) e l'altra, dedicata al Santo Patrono. In fondo alla navata di destra si può ammirare la riproduzione in bronzo del Crocifisso di Donatello.
Pescara vecchia

Pescara vecchia

corso Manthoné è il cuore della Pescara vecchia, casa dell'illustre poeta D'Annunzio e del noto scrittore Ennio Flaiano (all'ingresso della città vecchia si trova un busto dedicato a Flaiano). La zona è stata nel tempo restaurata e riqualificata fino a diventare il centro della movida pescarese (insieme al lungomare) e centro di aggregazione culturale. La via è piena di localini davvero carini nei quali si può mangiare qualsiasi cosa, gustare i piatti tipici abruzzesi oppure passare la serata nei diversi pub e wine bar. In estate il consiglio è di visitare nel secondo pomeriggio i vari musei (nella zona c'è anche quello delle genti d'Abruzzo) e poi approfondire la conoscenza della cucina abruzzese in uno dei tanti ristorantini.
Museo delle Genti d'Abruzzo

Museo Genti d'Abruzzo

in zona Pescara vecchia in Via delle Caserme, 22 si può visitare il museo delle Genti d'Abruzzo. Costruito nei locali rimasti della fortezza cinquesecentesca di Pescara, il museo contiene reperti che vanno dalla preistoria alla rivoluzione industriale che testimoniano gli strumenti, i costumi e il modo di vivere delle genti dei vari centri abruzzesi. Tra i prodotti dell'artigianato artistico vanno citate le famose ceramiche di Castelli. Orario invernale settembre - giugno: dal lunedí al sabato 9:00-13:30; Sabato, Domenica e festivi 17:00-20:00.
Orario estivo giugno - settembre: dal lunedí al sabato 10:00-13:00, Venerdí e Sabato 21:30-00:30, Domenica: chiuso
Prezzi: INTERO 6,00 euro (Ingresso al Museo + consumazione al Caffé Letterario), RIDOTTO 3,00 euro.
Parco D'Avalos (Pineta dannunziana)

Parco D'Avalos (Pineta dannunziana)

situata vicino al lungomare sud appena dopo il porto turistico, la Pineta prende il nome dell'antica famiglia D'Avalos che possedeva il marchesato di Pescara. Oggi il parco (circa 35 ettari) è diventata "Riserva Naturale". La riserva offre uno stupendo bosco a due passi dal mare al cui interno troviamo: il pino d'aleppo, la roverella, l'olmo ,il pino marittimo ed il pino domestico (anima verde della costa abruzzes); inoltre è presente un piccolo laghetto che aiuta l'ecosistema del parco. All'interno del parco si trovano anche degli edifici storici che vale la pena visitare come l'ex opificio dell'Aurum, una struttura a ferro di cavallo disegnata nel 1939 dall'architetto Giovanni Michelucci nonchè delle belle ville in stile liberty. Sempre nel parco si trova un auditorium ed il bellissimo teatro all'aperto G. d'Annunzio.