In giro per il mondo a piedi a passo d'uomo

Mattia Miraglio è un ragazzo di Savigliano, in provincia di Cunero, nato nel 1988 che un bel giorno ha deciso di voler girare il mondo a piedi. Il giorno in cui ha deciso di programmare il viaggio ha fumato la sua ultima sigaretta definendola la "sigaretta del condannato a vita" ed il 19 aprile, in una giornata fredda e piovosa, del 2014 è partito dal suo paese.

La motivazione che lo ha spinto è stata quella di dare un senso alla vita, di trovare uno scopo per alzarsi al mattino, di scoprire il dono stesso dell'esistere.

Il progetto ed il percorso

L'idea iniziale di Mattia è di percorrere 5.000 chilometri in 5 anni in realtà la sua avventura termina in Nuova Zelanda dopo oltre 18 mesi per esaurimento delle disponibilità finanziarie.

Il racconto del viaggio da Licia Colò

Resta un viaggio bellissimo fatto tutto a piedi con il "passeggino", un viaggio che ha visto Mattia attraversare i seguenti paesi:

  • Italia
  • Slovenia
  • Croazia
  • Serbia
  • Bulgaria
  • Turchia
  • Georgia
  • Armenia
  • Iran
  • India
  • Nepal
  • Bangladesh
  • Myanmar (Birmania)
  • Thailandia
  • Malesia
  • Australia (PASSANDO PER LA STUART HWY – OUTBACK)
Per un totale di 3.100 chilometri percorsi.

mappa dove si trova Yosemite park

Il compagno di viaggio di Miraglio

La sua attrezzatura era data semplicemente da una carrozzina tecnica per bambini (di quelle utilizzate per correre, che si trova facilmente su Amazon) contenente una tenda, qualche indumento, pentole, materiale da campeggio ed un computer portatile.

Foto a piedi in Australia

Foto lungo le deserte strade dell'outback australiano

percorso australia

Mappa del percorso Australia da nord a sud

Il libro "A passo d'uomo"

Leggendo il libro dedicato alla sua avventura si possono vivere e ripercorrere tutte le tappe del viaggio. Un libro genuino e sincero che ci offre un modo alternativo di viaggiare provando ad immergersi nelle sensazioni vissute da Mattia.

Il libro A passo d'uomo

Il libro "A passo d'uomo"

Per dare un assaggio del libro e della storia di questo viaggio mi sono appuntato alcune citazioni.

Il valore della lentezza

Viaggiando a piedi si vede tutto a rallentatore e si possono osservare le cose in modo diverso:

"Una delle cose più belle di un viaggio a piedi, vissuto con lentezza, è che ti fa apprezzare quanto le culture si possano mischiare tra di loro, in realtà la divisioni dei popoli non è mai così netta".

Turismo consapevole

Durante la permanenza Phi Phi Don in Tailandia, una famosa località turistica tailandese, Mattia si trova a contatto con il turismo consumistico e riflette sull'importanza di vivere l'esperienza di viaggio in modo più consapevole e responsabile:

"Solo così si potrà cogliere la magia di ogni luogo, solo in questo modo il viaggio ci lascierà qualcosa di importante per la nostra esistenza".

Calma ed equilibrio

In Indonesia problemi con il visto rischiano di compromettere il viaggio Mattia ma dopo un paio di ore in modo inaspettato la situazione volge completamente a suo favore:

"Sto iniziando a capire che in questi momenti non bisogna disperarsi più di tanto, si deve andare avanti per cercare soluzioni e vie differenti, senza lamentarsi troppo su quello che è accaduto, occorre invece ragionare e affrontare con calma le situazioni.".

L'essenza della felicità

Sempre in Indonesia passando per l'entroterra in direzione di Surabaya Mattia incontra il calore, la spontaneità, la semplicità, la gentilezza delle persone del luogo non paragonabile a quello dei paesi occidentali:

"Posseggono tutti poche cose, alcuni vanno in giro a piedi nudi, ma appaiono più spensierati. Sempra quasi che meno hai e più sorridi. Noi invece desideriamo qualcosa, come ad esempio una bella casa, una macchina costosa o anche solo un bel paio di scarpe, più siamo infelici perchè non riusciamo a ottenerla.
Il desiderio per cose non essenziali distrugge il nostro sorriso giornaliero".

La bellezza della diversità

"La bellezza di un luogo o di una persona sta proprio nella sua diversità rispetto a tutto ciò che conosco".

La magia dell'outback australiano

Miraglio ha attraversato l'Australia lungo la Stuart Highway che parte da Darwin (nord) e termina ad Adelaide tagliando in due il grande territorio australiano ed attraversando le zone più aride dell'isola.

Le parole di Mattia danno l'idea di queste zone:

"L'aria ha un odore diverso, pulito, senza smog".

"Qui un'ora può sembrare lunga come una giornata, il tempo non ha importanza, il paesaggio non cambia mai e la marcia diventa meditazione pura".

"Qui un temporale puoi vederlo arrivare da centinaia di km di distanza. Quando il vento non soffia, posso sperimentare la sensazione del vuoto, del nulla, il suono dell'eterno".

Il viaggio accende la vita

L'ultima frase del libro sottolinea l'importanza e la magia del viaggio:

"Sono partito più di un anno e mezzo fa, spinto principalmente dal mio istinto, allaricerca di un amore che non avvevo mai trovato per la vita.
Ora sono consapevole che il guoco dell'amore per la vita è sempre stato dentro di me. Il viaggio è stato un modo per accenderlo. È e sarà sempre, un modo per farlo crescere e alimentarlo.".

Video e immagini del viaggio

Di seguito un bel video collage di immagini raccolte direttamente da Miraglio durante il viaggio.

Video viaggio in giro per il mondo a piedi